Tag Archives: Giulietto Chiesa

Giulietto Chiesa – Zero

La lettura di questo Zero, ben scritto da Giulietto Chiesa, produce sensazioni che potrei definire contrastanti. Gli si vorrebbe credere, ma…
Si tratta di una raccolta di scritti e testimonianze particolarmente dettagliate che provano a far luce sull’ipotesi secondo la quale gli attentati dell’11 settembre 2001 siano in realtà il risultato di un gigantesco complotto. Una cospirazione orchestrata dal governo degli Stati Uniti (?), dai servizi segreti (??) e dalle lobby economiche (???). E qui sorgono i dubbi. Il libro sembra ben documentato e le voci a favore della teoria del complotto sono tante e documentate. Tuttavia, se non si è ideologicamente schierati (e nel libro è evidente la denuncia della politica imperialista statunitense), si fa fatica a considerare Zero un documento incontestabile delle macchinazioni operate dai (troppi) apparati coinvolti nell’operazione. Certo, le spiegazioni scientifiche relative ai motivi occulti del crollo delle due torri sembrano abbastanza plausibili e precise. I tanti dubbi riguardano ad esempio la dinamica stessa del crollo, avvenuto come se le torri fossero state fatte saltare in aria con dell’esplosivo. Ci si interroga sull’inspiegabile crollo dell’edificio n. 7, sede di alcuni apparati dei servizi segreti. Non si comprende l’assenza di immagini riguardanti l’attentato al Pentagono: non è l’edificio più sorvegliato al mondo? Come mai è stata colpita l’area meno probabile, con gli uffici vuoti per via di una ristrutturazione e rinforzata da poco, fuori rotta rispetto all’attacco?.
Tuttavia manca qualcosa, manca la voce di qualcuno, la confessione, la rivelazione di almeno una persona che abbia partecipato attivamente alla messa in scena della più grande macchinazione della storia. Finché non salta fuori un testimone attivo, la teoria del complotto rimarrà, appunto, soltanto una teoria.