Escobar, di Andrea Di Stefano

Escobar, di Andrea Di StefanoSegnalo questo film per un motivo soltanto: perché fa a pezzi la figura del criminale buono, tentazione nella quale ad esempio è caduta Netflix, seppur senza sconfinare nell’agiografia. Riguardo questo aspetto non aggiungo altro, per evitare spoiler.
Il film è l’opera prima da regista dell’attore italiano Andrea Di Stefano. Se vi state chiedendo chi sia, andate su Wikipedia: non è certo una star, ma qualcosa ha combinato. Il protagonista della storia, oltre ovviamente al celebre narcotrafficante colombiano (Benicio del Toro), e un giovane surfista Canadese (Josh Hutcherson), che per via della relazione sentimentale con la nipote di Escobar entra a far parte – suo malgrado – di quell’ambiente fatto di lusso sfrenato, omicidi bestiali e beneficenza spicciola.
Film in un certo qual modo istruttivo, fatta salva la premessa iniziale, qualitativamente non memorabile, ma comunque di buona fattura.
Consigliato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *